Dieci mesi fa la tragedia

Il monumento di Stresa per le vittime del Mottarone

La messa celebrata per ricordare chi ha perso la vita nello schianto della cabina. C'è anche la proposta di realizzare un monumento con i nomi delle 14 vittime. Intanto prosegue l'inchiesta giudiziaria.

Il monumento di Stresa per le vittime del Mottarone
Tgr Piemonte
Mottarone, luogo della tragedia

Domani saranno trascorsi dieci mesi esatti dallo schianto della cabina numero 3 della Funivia del Mottarone, caduta sul pendio della montagna che sovrasta Stresa portandosi via quattordici vite. Mentre sembra ancora lontano l'approdo del procedimento giudiziario avviato per accertare le responsabilita' di quanto accaduto - l'incidente probatorio in corso si concludera' solo il 14 luglio con l'udienza gia' fissata dal Gip e da
li' potranno partire le fasi successive - la comunita' di Stresa si prepara a ricordare l'anniversario del  tragico incidente. Ancora non sono  stati ufficializzati iniziative e programmi, ma si sa che il Comune di Stresa ha
deciso di far realizzare una stele in pietra che riportera' i nomi delle vittime e che sara' posata nei pressi del luogo dove la cabina ha finito a sua corsa. L'idea e' quella di una cerimonia raccolta e riservata ai familiari che saranno invitati. La data dell'inaugurazione non e' stata ancora fissata.  Il sindaco di Stresa Marcella Severino ha invece invitato, tramite il parroco di Stresa, il vescovo di Novara Franco Giulio Brambilla, a tornare in vetta al Mottarone per celebrare la messa nel giorno del primo anniversario.