Lu e Cuccaro Monferrato

Il paese si divide tra il vecchio parroco e... Nils Liedholm

La decisione del Comune di intitolare al "Barone" la piazza della chiesa non va giù a un gruppo di cittadini che vorrebbe fosse dedicata allo storico parroco. E che si è rivolto agli avvocati.

Il paese si divide tra il vecchio parroco e... Nils Liedholm
Ansa
Nils Liedholm (1922-2007)

Una diatriba che sembra nata dalla penna di Giovannino Guareschi. Una lite alla Peppone e Don Camillo. Teatro, però, non è la Bassa e Brescello bensì il Monferrato

Due i paesi coinvolti, Lu e Cuccaro Monferrato, 20 minuti da Alessandria e un presente amministrativo condiviso dopo la fusione del 2019. A dividerli è l'intitolazione della piazza davanti alla chiesa di Santa Maria Assunta a Nils Liedholm, che su questo colline è vissuto, produceva il suo vino e morì nel 2007. E di cui proprio quest'anno ricorre il centenario dalla nascita.

 La decisione dell'Amministrazione comunale, con tanto di delibera, non va giù al comitato “don Giovanni Caprino”, per oltre 44 anni parroco di Cuccaro. Il gruppo si è addirittura rivolto a un avvocato: "Nulla contro Liedholm. Gli si dedichi una strada, o il campo sportivo, ancora senza nome, ma giù le mani dal sagrato - dice il legale Riccardo Vaccaro -. Lì va celebrato don Giovanni, non Liedholm, che su quel piazzale non ha mai giocato a calcio e non ha neppure mai fornito il vino per la messa".

Non ci sta il sindaco, Franco Alessio: "E' inaccettabile che i soliti concittadini contrari a tutto strumentalizzino la figura di un parroco", dichiara il primo cittadino.