Serie A

Il Toro non sa più vincere, a Bologna finisce 0-0

Contro l'ex Mihajlovic, i granata ancora una volta costruiscono molto ma non concretizzano. Juric: "Ottimo match. E' un momento in cui gira così, non riusciamo a fare gol".

Voleva i tre punti a ogni costo, il Toro. Per lasciarsi alle spalle un periodo tutt'altro che felice e tornare a sognare un posticino in Europa. E gli uomini di mister Juric ci credono. Al Dall'Ara di Bologna, contro l'ex Sinisa Mihajlovic, costruiscono molto ma anche questa volta non riescono a concretizzare. Così il match finisce a reti inviolate. Zero a zero davanti al ct della nazionale Roberto Mancini.

Gli ospiti hanno il merito di provarci di più, facendo la partita nel primo tempo, con pressing e ripartenze che portano Bremer e Singo a creare pericoli nei primi minuti, mentre Skorupski si supera su sviluppi di corner al 29 prima su Singo e poi su Dijdji. Il Bologna, invece, è in due conclusioni di Svanberg, con Singo che devia provvidenzialmente in corner. Al 27' Mandragora chiede il calcio di rigore per un'ingenuità di Medel, che nell'area piccola raccoglie con le mani il pallone passato da Skorupski per poi avviare il gioco, chiedendo di considerare il primo tocco del portiere già come rimessa, ma l'arbitro ignora.

Promette meglio il secondo tempo, con Brekalo che coglie il palo dal limite, dopo uno scontro tra Medel e Soumaoro. Ma devono trascorrere venti minuti per vedere qualcosa di simile a un'occasione: punizione di Brekalo, colpo di testa alto di Pobega, mentre al 27' sull'ennesima iniziativa di Singo, Belotti e Brekalo arrivano in ritardo sul cross basso. E il Bologna? Primo e unico intervento di Berisha alla mezzora, su una conclusione centrale di Hickey. Bologna e Torino si accontentano del pari.

Juric soddisfatto - "La squadra ha giocato un'ottima gara. E' un momento che gira non benissimo in fase di concretizzazione, ma questo può accadere e bisogna sapere affrontare questi momenti". Questo il commento rilasciato da Ivan Juric. "Il Torino ha sempre giocato buone prestazioni. Io credo che in alcune gare avremmo meritato più fortuna - ha poi spiegato -, ma per adesso siamo poco lucidi quando siamo avanti la porta e dobbiamo accettare anche questa situazione".