Sono bambini e ragazzi delle scuole calcio

La Juventus porta in Italia 80 profughi ucraini

La delegazione bianconera è guidata dall'AD Maurizio Arrivabene

La Juventus porta in Italia 80 profughi ucraini
web
Il pulman della Juventus

La Juventus sta accompagnando in
Italia 80 profughi ucraini, in gran parte bambine, bambini e
ragazzi tra i 6 e i 14 anni e alcune loro mamme. 

Una parte è"stata recuperata - spiega il club bianconero - in seguito a una
richiesta di aiuto della Federazione calcio ucraina per portare
in salvo i bambini e i ragazzi delle scuole calcio evacuati da
Kiev, Kharkiv e dalle altre zone colpite dai bombardamenti. 

Lamissione è partita dalla Continassa, con destinazione la
città ungherese di Zahony, a poca distanza dal confine ucraino.
La delegazione è composta da una ventina di persone,  guidate
dall'a.d. Maurizio Arrivabene