Un venerdì a braccia incrociate per i lavoratori di Saluggia

Polo biotech ex-Sorin, sciopero alla Microport

Hanno aderito anche i dipendenti di Corcym e Cid Alvimedica

Polo biotech ex-Sorin, sciopero alla Microport
Microport crm official site
Gli uffici della Microport di Saluggia

Venerdì di sciopero per i lavoratori Microport. Le sigle sindacali hanno organizzato 8 ore di astensione per la giornata odierna. Il presidio è proseguito fino al primo pomeriggio.

Nelle scorse settimane la proprietà aveva 28 esuberi: a rischio 21 operai e 7 impiegati. Già nel 2019 si erano registrate 45 eccedenze, risolte tra pensionamenti e uscite volontarie con incentivo.

Da mesi ormai i dipendenti chiedono certezze sul loro futuro. Martedì 22 febbraio le perplessità sono state palesate direttamente ai vertici dell’azienda francese che ha ribadito che Saluggia è un polo strategico per la produzione mondiale.

Il 23 febbraio scorso era stata indetta una prima astensione. Alla protesta del 4 marzo aderiscono anche i dipendenti di Corcym e Cid Alvimedica