Sentenza storica del Tribunale di Torino

Stessa paga per lavoratori somministrati e dipendenti

Riconosciuto a un'operatrice ASL in somministrazione il diritto al premio di produttività

Stessa paga per lavoratori somministrati e dipendenti
Procura Torino
Palagiustizia Torino

I lavoratori interinali hanno  diritto allo stesso trattamento dei colleghi dipendenti . Lo ha stabilito una sentenza del tribunale di Torino che ha riconosciuto integralmente  le rivendicazioni di una operatrice della sanità pubblica assunta con contratto di somministrazione. 

La lavoratrice aveva prestato servizio temporaneo presso l'ASL Città di Torino e non  si era vista accreditare gli incentivi di produttività previsti dalla normativa vigente ed erogati solo alle sue colleghe ed ai suoi colleghi assunti direttamente dall’ASL.

Secondo la CGIL , che ha reso nota la vicenda,  il  dispositivo giuridico adottato rafforza il concetto che la somministrazione non costituisce uno strumento per ridurre le condizioni economiche dei lavoratori e delle lavoratrici, ma deve garantire un equo trattamento economico e normativo, a prescindere dal fatto che l’assunzione sia stata effettuata da parte dell’Agenzia per il Lavoro o dall’ ASL.

Una sentenza  definita storica, che sancisce  in maniera inequivocabile l’osservanza del principio della parità di trattamento, condannando le Agenzie per il Lavoro al risarcimento di quanto dovuto.

Chiara Scaranari, dello studio legale Poli-Ingegneri, legale della lavoratrice aggiunge: “La sentenza emessa dal Tribunale di Torino ha fissato un importante principio e limite in ambito di  contrattazione di secondo livello in quanto, non solo ha ribadito il diritto alla parità di trattamento retributivo tra lavoratori somministrati e lavoratori diretti dipendenti dell’utilizzatore, ma ha altresì chiarito che l’esclusione dei lavoratori somministrati dal premio di risultato, da parte di un contratto di secondo livello, deve ritenersi nulla in quanto attuerebbe una discriminazione tra i lavoratori somministrati ed i lavoratori diretti dipendenti dell’utilizzatore”.   

 

 

--