Calcio

Torino-Inter, storia di un rigore mai nato

Infuriano le polemiche dopo il contatto Belotti-Ranocchia. Juric: "Fatto grave". Guida non vede un penalty solare, poi Massa dal Var non lo aiuta. Vagnati: "Il direttore di gara mi ha detto che nessuno gli aveva segnalato l'errore".

Torino-Inter, storia di un rigore mai nato
Ansa
Simone Inzaghi e Ivan Juric durante Torino-Inter.

Torino-Inter: un rigore che fa ancora discutere. Inspiegabile”, “grave”. Non sembra avere nemmeno la forza di arrabbiarsi, Ivan Juric. Contatto Ranocchia-Belotti in area. E' già un mistero che l'arbitro Guida, ben posizionato, non veda un rigore colossale: il piede del difensore interista va direttamente su quello del Gallo, che sta per tirare. Nessun problema, c'è Massa al Var, penserebbe l'ingenuo spettatore. Errore. Secondo mistero. Arbitro e Var parlano per pochi, troppo pochi, secondi. Fino al fischio che fa ribollire l'Olimpico Grande Torino: niente rigore, tutto regolare. Guida non va nemmeno a rivedere. Non si capisce se per responsabilità sua o di Massa al Var, che non gli segnala il "chiaro ed evidente errore". Al direttore sportivo Davide Vagnati, tra primo e secondo tempo, l'arbitro, l'ha spiegata così: “Secondo Guida, nessuno dal Var gli avrebbe fatto notare l'errore”. Bum. Terminata Torino-Inter, si scatenano le polemiche. Non si può non notare che al Torino, quest'anno, non sia stato concesso nemmeno un calcio di rigore. E che il patatrac arrivi dopo un 2022 fatto di episodi a dir poco dubbi ai danni del Torino: dal mancato rigore concesso contro il Bologna al  gol annullato a Belotti contro il Venezia. Forse la madre di tutti gli errori, fu quella rimessa laterale, il 23 gennaio del 2022. Torino-Sassuolo 1-1: partita dominata dai granata e gol di Raspadori, negli ultimi minuti, propiziato da quella rimessa battuta, secondo Juric, decisamente troppo avanti rispetto al punto in cui era uscito il pallone. 

 

VIDEO - Torino-Inter 1-1, l'incredibile rigore non concesso al Toro. Servizio di Massimo Lanari, montaggio di Marco Rondoni.

 

 


 

Quei fatali ultimi minuti

Ed eccoci alla seconda nota dolente di questa Torino-Inter. Quei maledetti ultimi minuti. Come contro il Sassuolo, come contro l'Udinese. Peccato, perché contro l'Inter si era rivisto il Torino dei tempi migliori. Bremer, che giganteggia nell'area sua e in quella avversaria, andando a siglare il vantaggio. Pobega, tra i migliori, che tra le linee mette in crisi l'Inter con le sue imbeccate per Belotti. Berisha, strepitoso due volte nel primo tempo. Brekalo, capace di bersi da solo mezza difesa interista. Fino al gol di Sanchez, arrivato a tempo scaduto. Forse la stanchezza, forse quella palla persa da Sanabria che ha fatto infuriare Juric. “Non mi so spiegare il motivo di questi gol presi negli ultimi minuti. Resta, su tutto, una gigantesca sensazione di spreco, di non aver raccolto quanto avremmo meritato. Quest'anno ci sta girando terribilmente male. Nonostante le tante cose belle fatte”. Inutile aggiungere altro. La rabbia è ancora troppo forte.

VIDEO - Torino-Inter 1-1, gli highlights della partita.