Echi di guerra

L'hub del Valentino accoglierà i rifugiati

Un'altra vita ancora per l'ex padiglione espositivo nel Parco del Valentino. Dopo ospedale da campo e punto vaccinale ora potrebbe dare ospitalità temporanea a chi arriva dall'Ucraina

L'hub del Valentino accoglierà i rifugiati
ansa
-L'hub del Valentino

L’ospedale da campo del Valentino - realizzato a tempo di record nel novembre del 2020 in un dei momenti più duri della pandemia, in termini di contagi e di decessi - diventa un centro di raccolta per i profughi ucraini in arrivo in Piemonte.

Non un centro di permanenza stabile, ma un punto di accoglienza temporaneo in attesa che le duemila famiglie che hanno dato disponibilità per ospitare i profughi, li accolgano. Coloro che arrivano in Piemonte dovranno infatti prima seguire una profilassi sanitaria e seguire le norme per ricevere lo status di rifugiato.

Altri profughi saranno collocati negli ex covid hotel sparsi per la regione e non più utilizzati grazie al sollievo dato dalla pandemia. Nel pomeriggio è atteso il volo privato con a bordo i bimbi malati oncologici che saranno curati al Regina Margherita di Torino.