Pesanti richieste della Procura Sportiva per la Juve

Chiesti 12 mesi di inibizione per Andrea Agnelli, 16 per Paratici, 8 per Cherubini

Al processo sportivo al termine dell'inchiesta sulle presunte false plusvalenze in bilancio la Procura Sportiva fa richieste pesanti

Chiesti 12 mesi di inibizione per Andrea Agnelli, 16 per Paratici, 8 per Cherubini
Ansa
Nedved, Arrivabene, Agnelli e Cherubini

Non ci sono punti di penalizzazione, né tantomeno retrocessioni. Ma le richieste della Procura federale nel processo sportivo sul caso plusvalenze, sono comunque pesanti: 12 mesi di inibizione per Andrea Agnelli, 16 mesi e 10 giorni per Fabio Paratici, 8 mesi e 20 giorni a Federico Cherubini, 6 mesi a Pavel Nedved e Maurizio Arrivabene. Alla Juventus, 800mila euro di multa. Le richieste dell'accusa sono un primo punto fermo, dunque, sulla vicenda plusvalenze scaturita dall'inchiesta penale della Procura di Torino: Paratici sarebbe stato il firmatario di 32 operazioni sospette di scambio tra giocatori. Valori che sarebbero stati gonfiati in modo da mettere a bilancio subito i soldi della vendita - fittizia - spalmando invece le spese sui vari anni di contratto. La sentenza sportiva è attesa subito dopo Pasqua e potrebbe fare scuola. Se la tesi della Procura federale venisse accolta, si creerebbe un meccanismo di valutazione oggettiva di un calciatore, in base a età, ruolo, contratto, storia, trasferimenti. Una sorta di catasto dei calciatori, in grado di rivoluzionare i bilanci della Serie A. Chiesti anche 11 mesi e 5 giorni per il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, e 392mila euro per la società. Tra le squadre coinvolte figurano anche Pro Vercelli e Novara. Da stabilire se le ulteriori evoluzioni dell'inchiesta di Torino, quelle sugli stipendi posticipati durante il lockdown, avranno ulteriori conseguenze con l'apertura di nuovi procedimenti da parte della giustizia sportiva.