Manifestazione davanti alla prefettura

Flash mob degli infermieri: Per noi l'emergenza non è finita

In piazza Castello un muro di cartone. "Chiediamo la valorizzazione del nostro ruolo e il rispetto delle promesse tanto annunciate"

"Oggi finisce lo stato d'emergenza dal punto di vista amministrativo, ma per noi infermieri non finisce. C'è carenza di personale, in tutto il Piemonte mancano 4 mila lavoratori". Queste le parole degli infermieri del sindacato Nursing-Up, che questa mattina si sono dati appuntamento per un flash mob in piazza Castello, sotto la prefettura di Torino. Con loro anche delle catene spezzate, usate per abbattere un muro di cartone con la scritta ‘Contratto comparto sanità’. 

"Questi anni di pandemia hanno messo a nudo la nostra situazione”, spiega Claudio Delli Carri, segretario piemontese del Nursing-up. “Oggi chiediamo la valorizzazione del nostro ruolo e il rispetto delle promesse tanto annunciate: una contrattazione autonoma, un finanziamento ad hoc d'indennità di specificità e un finanziamento per le professionalità sanitarie e chiaramente stabilizzare e assumere più personale, perché le dotazioni organiche sono in sofferenza. Chiediamo di essere ascoltati dopo tante promesse mai mantenute".   

Una delegazione di infermiere è stata ricevuta dal prefetto. 

Nel servizio di Elisabetta Terigi le voci di Marco Attivissimo, Claudio Delli Carri e GIovanni mariano di Nursing Up

Montaggio di Paolo Monchieri

Il flash mob in piazza Castello Tgr Piemonte
Il flash mob in piazza Castello