A vincere la canadese Amber Bracken per il New York Times

Gli scatti che hanno vinto il World Press Photo Contest alla GAM

La Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea di Torino ospita le foto vincitrici fino al 18 settembre.

Servizio di Elisabetta Terigi 
Montaggio di Massimo Carnemolla
Interviste a 

Martha Echevarria González -  Exhibitions Manager and Curator WPP

Vito Cramarossa - direttore di Cime 
 

 

 

Arrivati a Torino gli scatti  i vincitori del World Press Photo Contest 2022, il più importante concorso di fotogiornalismo al mondo: quest'anno, i lavori premiati sono stati scelti tra i 64.823 candidati, tra fotografie e open format, realizzati da 4.066 fotografi provenienti da 130 paesi. La giuria ha incoronato vincitore lo scatto realizzato nella Scuola Residenziale di Kamloops dalla fotografa canadese Amber Bracken per il New York Times, aggiudicandosi, dunque, il World Press Photo of the year

Abiti rossi appesi a delle croci lungo una strada: commemorano i bambini morti alla Kamloops Indian Residential School, un'istituzione creata per i piccoli indigeni. In quel luogo, sono state scoperte circa 215 tombe. La presidente della giuria globale Rena Effendi: «È un tipo di immagine che si insinua nella memoria, ispira una sorta di reazione sensoriale. Potevo quasi sentire la quiete in questa fotografia, un momento tranquillo di resa dei conti globale per la storia della colonizzazione, non solo in Canada ma in tutto il mondo».

La GAM – Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea di Torino ospita i 134 scatti selezionati dalle 6 giurie continentali 18 settembrefino al 18 settembre: la 66ª edizione della World Press Photo Exhibition è organizzata per il sesto anno consecutivo a Torino.

World Press Photo Story of the Year Ufficio Stampa GAM
World Press Photo Story of the Year
World Press Photo Story of the Year Ufficio Stampa GAM
World Press Photo Story of the Year
"World Press Photo Story of the Year Ufficio Stampa GAM
"World Press Photo Story of the Year