La candidatura

Ivrea, un nuovo ospedale nel polo ex Olivetti

Trecento posti letto per un investimento di circa 400 milioni

Ivrea, un nuovo ospedale nel polo ex Olivetti
Ansa
L'area ex Olivetti di Ivrea individuata nel progetto

Presentato oggi lo studio per il recupero del Comprensorio Olivetti da trasformare nel nuovo ospedale di Ivrea. Lo studio di fattibilità è stato realizzato dal gruppo del professor Capolongo del Politecnico di Milano su incarico di Prelios Sgr che è proprietaria del comprensorio. 

Lo studio, che nel tardo pomeriggio sarà presentato ai sindaci della zona, analizza la riconversione dell'ex Olivetti di via Jervis come ospedale. "I luoghi di lavoro devono essere spazi di progresso: il comprensorio Olivetti, primo sito industriale del novecento patrimonio Unesco, da valorizzare e mantenere attivo nel tempo, è la miglior sede per il futuro ospedale di Ivrea e Canavese", dice in merito la Senatrice Virginia Tiraboschi

Secondo i promotori la scelta di Palazzo Uffici soddisferebbe le esigenze di carattere ambientale e socioeconomico, con un intervento di valorizzazione del patrimonio esistente. In base ai progetti, il nuovo ospedale occuperà oltre 36mila metri quadrati di superficie con 300 posti letto e una stima d'investimento di circa 400 milioni di euro. 

 

Sevizio di Martino Villosio
Intervista con Virginia Tiraboschi - senatrice Forza Italia