ciclismo

Giro d'Italia, spettacolo puro alla Santena-Torino

Vince Yates, Carapaz nuova maglia rosa. L'ecuadoriano tenta la fuga sulla salita di Superga, ma un Nibali pimpante lo riprende al Colle della Maddalena. Con lui Hindley e Yates. Ma alla fine, la zampata, la piazza l'inglese all'ultimo respiro

 

Servizio di Massimo Lanari, montaggio di Claudio Caleffi

Giro d'Italia, da Santena a Torino: la 14esima tappa. Si chiama collina di Superga, ma è quasi una tappa alpina mascherata. Durissima. La Santena-Torino è roba da specialisti. E a spuntarla è Simon Yates. La partenza da Santena, in un clima festoso.

Già a Chieri, Dumoulin, vincitore nel 2017, si ritira. Ma è solo l'inizio. Tutti tentano la fuga. La maglia rosa Lopez accumula ritardo. Al secondo passaggio alla salita di Superga, a piazzare la zampata è l'uomo più atteso: Richard Carapaz. L'allungo è impressionante, ma all'altra salita tremenda, il Colle della Maddalena, c'è il colpo di coda dello Squalo. Vincenzo Nibali, assieme a Hindley e Yates, riprendono Carapaz. All'utima salita al Parco del Nobile, sbuca Yates, che scappa e va a vincere. Carapaz controlla la situazione: è secondo e nuova maglia rosa. Terzo Hindley, quarto Nibali. Domani, 22 maggio, si riparte da Rivarolo Canavese. Destinazione Cogne. Le Alpi, quelle vere.
 

Servizio di Massimo Lanari, montaggio di Gian Luca Omaggio.