L'associazione Social Movida vuole trovare soluzioni condivise

Gli imprenditori della notte fanno squadra contro la malamovida a Torino

"Siamo noi le prime vittime degli schiamazzi", dicono i gestori dei locali e aprono un dialogo col Comune

Gli imprenditori della notte fanno squadra contro la malamovida a Torino
Ansa
Controlli nei quartieri della movida

 

Ci sono loro dietro a quei locali spesso al centro di polemiche dei residenti esasperati per gli schiamazzi notturni: cinque gestori che nel weekend, fra San Salvario e piazza Santa Giulia a Torino, accolgono qualcosa come 7.000 clienti e che adesso scendono in campo. 
La malamovida, dicono, danneggia innanzitutto chi, come loro, rispetta le regole. Per questo hanno fondato un'associazione, Social Movida
Obiettivo, andare al cuore del problema con istituzioni e cittadini per vivere bene, tutti, nel rispetto delle varie esigenze.
Sono infatti spesso gli stessi imprenditori, malgrado non si possano assumere la responsabilità del comportamento di chi fa baldoria in strada, a pagarne - dicono - le conseguenze: multe su multe. L'associazione ha cercato un dialogo col Comune e punta a costruire soluzioni condivise.

Servizio: Marzia De Giuli

Montaggio: Marco Rondoni

Intervistati: Massimo Casarella, Portavoce Associazione Social Movida; Mauro Furia, Gestore di locale; Michele Proclamato, Gestore di locale

GUARDA L'INTERVISTA INTEGRALE AL PORTAVOCE DELL'ASSOCIAZIONE