Stanziati 2.7 milioni di euro contro il caro bollette

I precari della sanità saranno ricollocati nelle Rsa

Duemila tra operatori e infermieri saranno assunti nelle strutture per anziani: l'accordo siglato con la Regione Piemonte prevede anche l'aumento delle tariffe e lo snellimento delle procedure di accesso

Tariffe ritocatte all'insù, per adeguarle all'indice di inflazione Istat. L'impegno a rivedere le norme nazionali per agevolare l'ingresso dei famigliari nelle strutture. Procedure più snelle per consentire l'accesso dei nuovi ospiti. Soprattutto la volontà dei gestori a ricollocare circa 2 mila tra infermieri e operatori socio sanitari precari assunti dalla regione durante la pandemia. 

Sono i cardini dell'accordo siglato dalla Regione con il rappresentanti delle Rsa. Sarà un tavolo tecnico a quantificare l'importo degli aumenti tariffari. E per controbilanciare l'aumento delle tariffe energetiche, la Regione ha stanziato un bonus a favore delle strutture da 2,7 milioni di euro, mentre altri 20 milioni arriveranno da una revisione dell'utilizzo del fondo sociale europeo.

Servizio di Marco Bobbio, montaggio di Tiziana Samorì. Interviste a: Luigi Icardi, assessore regionale alla Sanità, Michele Colaci, presidente Api sanità Torino, Maurizio Marrone, assessore regionale alle Politiche sociali.