Stresa

Mottarone, prove di rinascita: "Modello Genova per la nuova funivia"

"Un archistar per la progettazione, scelte tecniche innovative e tempi rapidi", dice a Stresa il consulente del ministro del Turismo. La Regione: "Si potranno utilizzare i fondi della programmazione europea".

Mottarone, prove di rinascita: "Modello Genova per la nuova funivia"
Ansa
La funivia del Mottarone

Una funivia completamente nuova, anche nel nome. A quasi un anno dalla tragedia, da quella cabina precipitata causando 14 morti sui 15 passeggeri a bordo, il Mottarone prova a guardare avanti. Quanto accaduto non si dimentica. Ma si prova a voltare pagina.  

A Stresa il confronto tra gli amministratori locali e regionali e il professore Angelo Miglietta, consulente del ministro del turismo, Massimo Garavaglia. Sulla strategia da adottare, tutti concordi: bisogna guarda a Genova, al dopo Ponte Morandi: un archistar per la progettazione, scelte innovative dal punto di vista tecnico e soprattutto tempi rapidi

"Ho trovato un gruppo coeso e determinato cosa fondamentale per poter far partire al più presto il percorso verso la rinascita", ha detto Miglietta, secondo cui "la nuova funivia dovrà rappresentare in sè un valore aggiunto per il turismo di questo territorio".   

Per l'assessore regionale all'ambiente, Matteo Marnati, "l'ipotesi in campo è quella di finanziare l'intervento con fondi della programmazione europea: gli impianti a fune non erano compresi tra le opere finanziabili, ma ora abbiamo ottenuto di inserirli".