Il Governo accelera dopo i casi nel Lazio

Peste suina, un piano nazionale di abbattimento dei cinghiali

La misura annunciata dal sottosegretario alla Salute Andrea Costa: i provvedimenti adottati in Piemonte e Liguria dovrebbero diventare strutturali

Peste suina, un piano nazionale di abbattimento dei cinghiali
Ansa
Un branco di cinghiali

Sarebbe in dirittura di arrivo il piano di abbattimenti selettivi di cinghiali per eradicare il virus della peste suina. A sostenerlo è il sottosegretario alla Salute Andrea Costa che, all'Ansa, dice: "Lunedì sarò in Piemonte e proviamo a chiudere il cerchio. Il provvedimento contiene disposizioni atte ad eradicare il virus. Le misure previste e le attività messe già in campo nelle regioni inizialmente coinvolte, Liguria e Piemonte, divengono strutturali". Proprio tra le provincia di Genova e Alessandria si sono già registrati 117 casi, 1 positività è stata invece censita a Roma, assieme ad altri due casi sospetti. 

Per il Lazio sarà firmata anche un'ordinanza per regolare le attività, sulla falsa riga di quelle già decise dal commissario straordinario Ferrari per Liguria e Piemonte: "Oltre all'elenco di tutte le attività possibili e delle eventuali prescrizioni derivanti dalla regolamentazione, potrebbe rivedere i confini della zona rossa", ha aggiunto Costa.