Calcio

Pogba alla Juve? Partito l'incontro per il "Pogback"

L'agente Rafaela Pimenta a Torino. L'offerta dei bianconeri: 7 milioni di euro a stagione più bonus. Il Paris-Saint Germain mette sul piatto il doppio, ma Cherubini ha diversi assi nella manica: dai bonus all'amore del giocatore per Torino

Pogba alla Juve? Partito l'incontro per il "Pogback"
Ansa
Paul Pogba, 29 anni, in azione con la Juventus nel 2015.

Pogba alla Juve? E' iniziato ufficialmente alle 14,30 l'incontro tra i vertici della Juventus e l'agente Rafaela Pimenta per il ritorno in bianconero di Paul Pogba. Il “Pogback”, come è stato ribattezzato, non è mai stato così vicino. Il contratto del giocatore con il Manchester United scade a giugno del 2022 e, con ogni probabilità, non verrà rinnovato. Il “Polpo Paul” arriverebbe così a parametro zero. Con Rafaela Pimenta, storica collaboratrice ed erede del piccolo impero calcistico di Mino Raiola, si tratta allora sull'ingaggio: per Pogba si sarebbe già fatto avanti il Paris-Saint Germain con uno stipendio da 13-15 milioni di euro a stagione. La Juventus ha in mente un'offerta più bassa.

I numeri della trattativa

Ma Cherubini, Agnelli e Nedved hanno diversi assi nella manica: primo, la volontà del giocatore. La Juventus è la società che lo lanciò, in quattro stagione indimenticabili, dal 2012 al 2016. Quattro scudetti su quattro e una finale di Champions league, con Conte prima e con Allegri poi ("non lo ricordo molto bene", ha dribblato ieri in conferenza stampa l'attuale allenatore bianconero). Non solo: Pogba è rimasto affezionato all'ambiente bianconero e alla città di Torino, per la quale non ha mancato, più volte, di manifestare il suo affetto. Altro asso nella manica, i bonus: la Juventus ha in mente per lui un contratto da 7 milioni di euro a stagione più bonus facilmente raggiungibili, che lo porterebbero agevolmente in doppia cifra. Una formula, insomma, “alla De Ligt”. Infine, i vantaggi fiscali del Decreto Crescita. A Parigi sarebbe un campione qualunque. A Torino, soprattutto con la partenza di Dybala, quasi un re. Pogba II, in arte Pogback.