Al carcere di Biella una partita a calcio con papà

E' il progetto "S-prigioni legami" proposto dal tavolo della casa circondariale per favorire l'inclusione sociale e contrastare situazioni di marginalità, disagio e fragilità connesse soprattutto sul tema "carcere e genitorialità".

Al carcere di Biella una partita a calcio con papà
Tgr
carcere Biella

La partita di calcio con papà all'interno della casa circondariale di Biella. E' il progetto "S-prigioni legami" proposto dal tavolo carcere di Biella. L'obiettivo è favorire l'inclusione sociale e contrastare situazioni di marginalità, disagio e fragilità connesse, con specifico riferimento al tema "carcere e genitorialità".
Il progetto prevede azioni specifiche per supportare i genitori "ristretti" delle loro libertà personali e i loro figli, favorire relazioni costruttive, solidali e inclusive, e sensibilizzare l'opinione pubblica.

"La partita con papà" è momento atteso da figli e genitori in cui il gioco sportivo e un pretesto per l'incontro affettivo, che si svolgerà nella giornata di sabato 25 giugno. Il progetto è sostenuto da Regione Piemonte attraverso l'avviso pubblico "Sostegno a progetti di rilevanza locale promossi da soggetti del terzo settore" e da Fondazione Cassa di Risparmio di Biella.