Tre concerti cartolina nel fine settimana e il 22 arriva Tullio De Piscopo

Casale si fa bella con il Monfrà Jazz Fest

La manifestazione entra nel vivo. Nel pomeriggio si suona nel bosco di Moncucco.

Casale si fa bella con il Monfrà Jazz Fest
Ufficio stampa
Frubers in The Sky protagonisti a Casale

Dopo il debutto Scott Hamilton Quartet, il Monfrà Jazz Fest entra nel vivo in questo fine settimana con tre “concerti cartolina” in luoghi che hanno segnato la storia della manifestazione e dalla prossima settimana gli spettacoli occuperanno praticamente tutte le serate fino alla fine di giugno. 
Il primo appuntamento in programma è oggi dalle 19 con il quartetto Frubers in The Sky formato da Silvia Carbotti Voce, Max Carletti Chitarre, Stefano Profeta Contrabbasso e Paolo Franciscone Batteria. L'appuntamento è all’imbarcadero sotto il Lungo Po Viale Antonio Gramsci. Frubers in the sky, è un progetto che, a partire dalle sonorità̀ del jazz, esplora la musica nelle sue forme più̀ disparate definendosi 60% jazz, 15% tarantella e 25% canzoni per i giorni di pioggia. 
Domani alle 7 si festeggerà invece con un concerto l’alba sul Po. A salutare il sole sul fiume ci saranno i Swift art project formati da Mattia Niniano al pianoforte, Michele Millesimo al contrabbasso, Camillo Nespolo al sax. Terzo “concerto cartolina” del week end quello nel Bosco dell’eremo di Moncucco, sempre domani, alle 17. Sul palco il duo formato da Sabrina Mogentale alla voce e Fabrizio Forte alla chitarra che propongono un meraviglioso viaggio virtuale in Brasile con le più belle melodie del mondo della Bossa Nova. Tutti gli spettacoli possono essere prenotati e acquistati sul sito www.monjazzfest.it
Da martedì 21 giugno i concerti si sposteranno al Castello di Casale, dove rimarranno fino al 26 di giugno con un cartellone di nomi straordinari. Tra questi spicca la serata del 22 giugno che vede alle 21 Edoardo Liberati Synthetics e a seguire il batterista Tullio De Piscopo insieme alla voce di Patrizia Conte.