Il calciomercato di Toro e Juve

I giorni del Polpo

Pogba in arrivo. Di Maria fa sognare. Il Gallo si allontana: i granata puntano Joao Pedro, Solomon e Dovbik.

Sono i giorni del polpo, dopo l'annuncio ufficiale del Manchester United sulla separazione con il fuoriclasse francese,  è scattato il conto alla rovescia per il ritorno a Torino di Paul Pogba, a dare qualità e sostanza a un centrocampo in cerca di identità. 

Ma i riflettori oggi sono tutti per l'altro grande obiettivo bianconero, Angel Di Maria che ha illuminato, migliore in campo insieme a Messi, la notte di Wembley, cosi buia per l'italia di Mancini e stellare per l'Argentina dei fenomeni.

Nulla che possa però scalfire l'addio alla maglia azzurra di Chiellini, Giorgione resta leggenda. Chiuso il capitolo anche con la Juve, presto al servizio dello zio Sam nella città degli angeli. 

Solo 45 minuti in campo per il gallo Bellotti che si da da fare ma non incide, come tutti gli azzurri. Sul rinnovo proposto dal Toro, il suo silenzio prolungato ogni giorno si fa più pesante, la società comincia a immaginare un attacco senza il suo capitano. Puntando Joao Pedro del Cagliari, incontenibile lo scorso dicembre in casa contro i granata. L'1-1 fissato con la sua spettacolare bicicletta, ora è abbordabile, con i sardi ha solo un anno di contratto. 

Per il dopo Brekalo si insiste con il fantasista israeliano dello Shakhtar, Solomon, e si guarda sempre in Ucraina ma sponda Dnipro, per il giovane ariete Dovbik, ieri in gol con la nazionale gialloblu nello vittoriosa trasferta scozzese. Suo il sigillo per l'1-3 ucraino, un momento di gioia anche per chi è costretto a convivere con l'angoscia e con la paura.

Servizio di Giorgio Giglioli

Montaggio di Andrea Volpe