Accadde cinque anni fa

L'anniversario della tragedia di Piazza San Carlo

Le immagini di quel giorno rimaste negli occhi e nella memoria di tutti. I feriti, le vittime. Il ricordo stasera alle 18 con la deposizione di una corona di fiori sul luogo della tragedia. Sarà presente anche il sindaco di Torino Stefano Lo Russo

Sono passati cinque anni. Era il 3 giugno del 2017.

L'immagine simbolo resta un'onda umana entrata nelle viscere della città, nella sua memoria. La notte di piazza San Carlo. Una notte di festa trasformata in tragedia. La finale di Champions tra Juve e Real Madrid. Poco dopo le 22 e il terzo gol di Cristiano Ronaldo. La banda di giovanissimi che crea il panico spargendo spray al peperoncino. La calca, il fuggi fuggi, la paura.

Sul campo oltre 1500 feriti. Soprattutto da taglio per quel mare di bottiglie di vetro rimasto sulla piazza. 

Le vittime: Erika Pioletti, morta schiacciata quasi subito. Marisa Amato, travolta nelle vie vicine. Rimasta paralizzata. La fine arrivata un anno e mezzo dopo. Sono passati cinque anni da quella notte. 

Anni di inchieste e di processi. La banda dello spray sgominata. Condanne fino a dieci anni. Poi le responsabilità dell'organizzazione. Condannati tra gli altri in primo grado, l'ex sindaca Appendino e l'ex questore Sanna. Vicenda giudiziaria non ancora conclusa. Restano i fatti, il dolore di una pagina che Torino non dimenticherà mai. 

Il serivio di Matteo Spicuglia e l'intervista di Manuela Gatti a Maria Tizzani, medico del pronto soccorso delle Molinette, a Marco Paganelli, della Croce Verde Torino e Massimiliano Manzini, volontario della Croce Verde Torino.