Nello scontro anche due feriti, uno è grave

Muoiono tre ragazzi in un frontale fra auto nel vercellese

Le vittime avevano 16, 17 e 22 anni. Ancora da chiarire le dinamiche dell'incidente.

Una delle due auto distrutte Vigili del Fuoco
Una delle due auto distrutte


Delle due auto non resta quasi più nulla: solo lamiere indistinguibili, sbalzate nei due campi opposti ai lati della carreggiata. Testimoni dello scontro frontale violentissimo che ha portato via le vite dei ragazzi biellesi Raffaele Petrillo, 16 anni, Alessandro Messina, 17 anni appena compiuti e Carmine Marotta di 22.

L'impatto è avvenuto poco dopo le 5 del mattino sulla provinciale 230 a Villarboit, nel vercellese, all'altezza di Busonengo. I tre ragazzi viaggiavano insieme sulla Lancia Y10 guidata da Stefano Tiani, 21 anni, ora ricoverato in gravi condizioni all'ospedale Maggiore della Carità di Novara. 

Dalla direzione opposta è arrivata la Bmw 120 condotta da un ventinovenne, anche lui ricoverato ma in codice giallo. Quel tratto della provinciale non è nuovo a incidenti anche gravi, come raccontano gli abitanti della zona e la dinamica di quest'ultimo scontro è ancora da chiarire. Ulteriori elementi potrebbero venire dalla testimonianza dei due feriti.

Servizi di Giulia Dellepiane e Simona Marchetti, montaggio di Paolo Monchieri