Per monitorare la situazione

Siccità, in Regione un tavolo permanente

Obiettivo: combattere la crisi idrica con tutti gli strumenti. Intanto, il premier Mario Draghi ha annunciato che da lunedì il governo è pronto ad approvare i piani di emergenza delle regioni.

Siccità, in Regione un tavolo permanente
Tgr Piemonte
-

"Da lunedi' siamo pronti ad approvare i piani di emergenza delle regioni". Lo ha detto in conferenza stampa, il presidente del consiglio Mario Draghi, che ha aggiunto: "Il Governo e' al lavoro con la massima urgenza contro la siccita' che ha colpito il Paese e in particolare l'agricoltura nel centro nord". 
E, intanto, la Regione ha presentato un tavolo permanente per monitorare e combattere l'emergenza idrica, illustrandolo alle commissioni del Consiglio, in seduta comune. L'iniziativa, ha sottolineato l'assessore Matteo Marnati, si aggiunge alle altre già messe in campo dal Piemonte: richiesta dello stato di emergenza per l'intero territorio e dello stato di calamità per l'agricoltura, rilascio di acque dai bacini utilizzati per produrre energia idroelettrica a supporto dell'irrigazione delle colture e deroga al minimo deflusso vitale dei fiumi. Quanto alla carenza in alcune zone dell'acqua per uso domestico, numerosi Comuni hanno adottato ordinanze per il razionamento e l'uso consapevole. Per dare sollievo all'agricoltura, il Lago Maggiore rilascerà il 20 per cento in più di acqua. Lo ha disposto l'Autorità distrettuale del Po insieme al ministero della Transizione ecologica.