Un'occupazione durata tre giorni

Identificati gli anarchici che hanno occupato l'ex astanteria Martini

Oltre 50 persone sono state denunciate per danneggiamenti ed occupazione abusiva. Ieri mobilitazione al CPR e davanti alla sede di Alenia.

Identificati gli anarchici che hanno occupato l'ex astanteria Martini
Ansa
Un momento del presidio davanti al CPR di corso Brunelleschi a Torino

Oltre 50 anarchici avevano occupato per tre giorni l'ex ospedale astanteria Martini in via Cuneo angolo via Cigna, a Torino. La Digos del capoluogo li ha identificati e denunciati. Gli antagonisti, vicini all'ex asilo di via Alessandria a la casa occupata “La Molla”, strutture già sgomberate da tempo, sono accusati oltre che di occupazione abusiva anche di danneggiamento. 

L'ex astanteria è stata occupata venerdì per farne la sede di dibattiti ed incontri per un'iniziativa internazionale contro guerre e frontiere. Gli anarchici hanno abbandonato l'edificio ieri sera. La questura a quel punto ha posto i sigilli. Nel pomeriggio di ieri a Torino sono state imbrattate con olio e vernice le sedi del Politecnico e delle industrie Alenia e Leonardo. Gli anarchici, sempre ieri pomeriggio, hanno organizzato un presidio davanti al CPR di Corso Brunelleschi, Centro Permanenza per il Rimpatrio, per poi darsi appuntamento ai giardini della Colletta dove la mobilitazione si è conclusa. 

Le immagini del presidio davanti al CPR di Corso Brunelleschi Ansa
Le immagini del presidio davanti al CPR di Corso Brunelleschi
Le immagini del presidio davanti al CPR di Corso Brunelleschi Ansa
Le immagini del presidio davanti al CPR di Corso Brunelleschi
Le immagini del presidio davanti al CPR di Corso Brunelleschi Ansa
Le immagini del presidio davanti al CPR di Corso Brunelleschi
L'ingresso di Alenia imbrattato con olio e vernice Ansa
L'ingresso di Alenia imbrattato con olio e vernice
L'ingresso di Alenia imbrattato con olio e vernice Ansa
L'ingresso di Alenia imbrattato con olio e vernice