I lavori si concluderanno entro il 2023

Torino, stanziati oltre 6 milioni di euro per il verde pubblico

Otto aree verdi del capoluogo, una per circoscrizione, saranno completamente riqualificate con fondi europei

Torino, stanziati oltre 6 milioni di euro per il verde pubblico
Tgr Piemonte
Una veduta di Torino e della Mole

Torino avrà entro il 2023 otto aree verdi completamente riqualificate, una per ciascuna circoscrizione cittadina. Tale operazione sarà sviluppata con modalità innovative e soluzioni ecologiche che terranno conto delle linee guida contenute nel PNRR. 

La Giunta Comunale ha dato il via libera a progetti di riqualificazione per una spesa complessiva di 6 milioni e 500 mila euro, denaro interamente coperto da fondi React Eu Pon Metro. Tra gli interventi approvati si aggiunge la realizzazione dello Skate Park nell'area Valdocco di Parco Dora che sarà il impianto della città omologato dalla Federazione Fism per competizioni agonistiche.

Gli assessori all'Ambiente e Verde pubblico, Chiara Foglietta e Francesco Tresso, hanno spiegato che la scelta delle aree da riqualificare è partita da un'analisi di quelle più datate, prestando attenzione ad una diffusione omogenea su tutto il territorio comunale, incrociando i dati della densità abitativa del quartiere con il potenziale bacino di utenza degli spazi da riqualificare. In quasi tutti gli interventi saranno riqualificate le aree gioco presenti.

Gli elementi innovativi delle riqualificazioni, in ottica di resilienza ambientale, riguarderanno ad esempio la rimozione e sostituzione delle pavimentazioni esistenti con pavimentazioni permeabili, capaci di infiltrare le acque meteoriche e ridurre il carico della rete di smaltimento. Saranno inoltre introdotte attrezzature gioco sensoriali, attrezzature per la pratica sportiva e per il gioco libero creativo, sia per i più giovani sia per gli adulti. Per aumentare l'ombreggiamento nelle aree saranno inoltre implementate le essenze arboree e verranno introdotti elementi di copertura e introdotti giochi d'acqua.