Torna l'estate del Regio nel cortile dell'Arsenale

Dal 7 giugno a settembre, in cartellone Cavalleria Rusticana, Carmen, Tosca, Don Checco.

Torna l'estate del Regio nel cortile dell'Arsenale
Ansa
Ansa

Un ritorno atteso dopo il successo dell'anno scorso. Anche quest'anno il Teatro Regio di Torino non si fermerà durante l'estate. Merito della stagione lirica in programma dal 7 giugno al 17 settembre nel cortile dell'edificio barocco che ospita la Scuola d'Applicazione dell'Esercito. 

A presentare Regio Opera Festival, c'erano il sindaco Stefano Lo Russo, il comandante generale di Divisione Mauro D'Ubaldi, il direttore artistico Sebastian F.Schwarz e - online da Parigi, il neo sovrintendente dell'ente lirico Mathieu Jouvin. 

"Questa bellissima stagione - ha spiegato il sindaco - segna un nuovo percorso che sta affrontando Torino, quello di portare la musica, da quella 'alta' a quella più pop, vedi Eurovision al Valentino, fuori dalle sue mura più conclamate, per soddisfare la voglia di cultura e di eventi all'aperto". 

Il generale D'Ubaldi ha sottolineato l'importanza di mettere insieme nel nome della cultura due istituzioni importanti come il Regio e la Scuola. Schwarz e Jouvin hanno sottolineato il carattere popolare del cartellone pensato per portare a teatro nuovi pubblici, soprattutto i giovani, con prezzi bassi e una campagna social straordinaria realizzata con Ied e che vede anche per la prima volta al mondo un ente lirico su Tinder. 

In cartellone Cavalleria Rusticana, Carmen, Tosca, Don Checco, ma anche concerti e danza con il Bejart Ballet Lausanne e Svetlana Zakharova. Jouvin ha poi confermato che da giugno ad ottobre proseguirà la seconda tranche dei lavori di ammodernamento del teatro che riaprirà in autunno e che a breve partiranno i bandi per coprire le posizioni vacanti in Orchestra e Coro.