Animali maltrattati a Novara, allevatore denunciato

Il proprietario sarebbe stato ricoverato d'urgenza e li avrebbe affidati a persone non preparate

Animali maltrattati a Novara, allevatore denunciato
Rifugio Mietta
L'allevamento incriminato

Puledri di pochi mesi agonizzanti, vitelli debilitati e animali pelle e ossa individuati in un allevamento in provincia di Novara. La denuncia arriva dai responsabili di "Rifugio Miletta", struttura di accoglienza, cura e riabilitazione degli animali con sede ad Agrate Conturbia.

L'intervento è avvenuto, a quanto si apprende, dopo una segnalazione. I volontari dell'associazione sono intervenuti in un allevamento di bovini ed equini da carne, "dove gli animali sono detenuti allo stato semi-brado - denunciano dall'associazione -. Abbiamo trovato puledri di pochi mesi agonizzanti, vitelli così debilitati da non reggersi sulle zampe, animali così magri da mostrare le ossa, lasciati con pochissimo cibo e acqua a disposizione, senza alcun riparo dal sole. Abbiamo subito soccorso gli animali più sofferenti trasferendoli presso strutture veterinarie specializzate in equini o bovini, altri li abbiamo portati al nostro centro". Sono stati avvertiti i carabinieri e la procura di Novara.

D'altra parte si apprende che il proprietario dell'allevamento sarebbe stato ricoverato d'urgenza in ospedale, e avrebbe affidato gli animali a persone non preparate, non solo nel Novarese, ma anche in altre province dell'Alto Piemonte. 

L'allevamento incriminato Rifugio Mietta
L'allevamento incriminato

Questo video è stato realizzato dai volontari del Rifugio Miletta per documentare lo stato degli animali al momento del loro intervento.