Più di un milione e 300 mila euro i fondi per la bonifica

Casale, manca poco alla prima area amianto free

Oltre 3 mila le domande già evase e liquidate, 484 quelle in corso di finanziamento, 1.078 le giacenti e in fase di verifica.

Casale, manca poco alla prima area amianto free
ANSA
MONFEST

Oltre tremila domande già evase e liquidate, poco meno di cinquecento in corso di finanziamento, 1.078 le giacenti e in fase di verifica. Lo scopo di arrivare ad essere la prima area amianto free è quasi raggiunto. Sono più di un milione e 300 mila euro i fondi per la bonifica da amianto del territorio di Casale Monferrato. 654.924 euro erogati nei primi sei mesi del 2022 per la bonifica delle coperture di immobili presenti nei 48 comuni del Sin (Sito d'Interesse Nazionale) di Casale Monferrato. Da sommare ai 728.344 euro stanziati per pagare le domande arrivate nello stesso periodo e che riguardano lavori da concludersi entro l'anno.  

"In queste settimane - commenta l'assessore comunale Cecilia Strozzi - stiamo verificando le richieste giacenti, in modo da fare il punto della situazione con quelle istanze che negli anni non hanno visto la conclusione e avere il dato preciso sui fondi ancora a disposizione".  La verifica delle richieste sarà effettuata anche suddivisa per comuni, per individuare quelli in cui le bonifiche procedono più lentamente e avviare da settembre percorsi di sensibilizzazione in accordo con i sindaci interessati. 

"Il coinvolgimento attivo delle Amministrazioni è fondamentale - prosegue Strozzi - perché la bonifica dalla fibra killer deve essere portata avanti con il massimo impegno da tutti. Con questo spirito il Sin di Casale può vantare oltre un milione e 200 mila metri quadrati di tetti e coperture bonificati: un ottimo risultato, ma che possiamo e dobbiamo ancora migliorare".