Un modo per dare un segnale a Roma sul tema diritti e accoglienza

A Chivasso e a Nichelino cittadinanza onoraria ai bambini stranieri che nasceranno in Italia

Ius Soli e Ius Scholae tra le priorità delle amministrazioni dei due Comuni del torinese. "Gesto simbolico, ma pieno di significato", così il sindaco Claudio Castello

A Chivasso e a Nichelino cittadinanza onoraria ai bambini stranieri che nasceranno in Italia
Web
Ius Soli

Diritti e accoglienza di chi nasce in italia anche se da genitori stranieri  tra le priorità dei Comuni di Chivasso e Nichelino. 

Approvata la cittadinanza onoraria per i bambini stranieri che nasceranno nei due territori comunali e per i ragazzi che vi concluderanno  almeno un ciclo scolastico. Atti simbolici sì, ma con tantissimo significato, perché le due amministrazioni comunali vogliono dare un segnale sul tema a Roma. 

Il Consiglio comunale  di Chivasso dovrà modificare lo statuto della Città e approvare un ordine del giorno da inviare al governo. Solo da quel momento si potrà riconoscere la cittadinanza onoraria.

Un passo compiuto  in Italia per la prima volta dalla città di Bologna, esempio seguito dai due centri piemontesi. 

Uno stimolo ad andare verso questa direzione a Chivasso  lo ha dato l'esempio di Khaby Lame, il tiktoker con più visualizzazioni al mondo e con oltre 142 milioni e 400 mila follower che vive a Chivasso da 15 anni. 

 Lo youtuber, 22 anni, è nato in Senegal, a Dakar, ed è in Italia dall’età di un anno. Solo recentemente ha ottenuto dal Ministero la possibilità di diventare cittadino italiano.