Solidarietà

Da Torino al Congo per aiutare la popolazione con un battello-ambulanza

La onlus torinese ForAfricanChildren ha inaugurato il progetto anche grazie al contributo di Luca Attanasio, l'ambasciatore ucciso.

Da Torino al Congo per aiutare la popolazione con un battello-ambulanza
TGR Piemonte
Il battello-ambulanza in Repubblica Democratica del Congo

"Finalmente riusciamo a pubblicare il tanto atteso video del varo della nostra idroambulanza così tanto sofferta. Un progetto partito molto tempo fa e solo ora conclusosi... ma ce l'abbiamo fatta! La barca è operativa sul fiume Kwilu nell'area di Bandundu Ville (Repubblica Democratica del Congo) da dove svolgerà il lavoro per cui è stata costruita. Un grazie di cuore a quanti hanno sofferto con noi questa lunghissima storia e a quanti l'hanno resa possibile!". E' esultante il post della pagina Facebook dell'associazione torinese ForAfricanChildren Onlus, fondata da Fulvio Rostagno.

Il progetto, nato nel 2012, ha avuto una gestazione di anni a causa della difficoltà nel reperire i fondi necessari all'attuazione e nell'ottenere i permessi necessari dalla stessa Repubblica Democratica del Congo.

Il battello-ambulanza è pensato per raggiungere facilmente anche i luoghi più isolati e remoti della foresta pluviale congolese per fornire assistenza medica soprattutto a donne incinte e bambini, anche durante la stagione dei temporali equatoriali che rendono le strade inagibili.

In tanti hanno contribuito a rendere questo progetto possibile, ma tra tutti spicca il nome di Luca Attanasio, l'ambasciatore italiano in Repubblica Democratica del Congo ucciso in un agguato assieme al carabiniere Vittorio Iacovacci. Attanasio ha dato un contributo determinante per espletare tutte le lunghe e complicatissime procedure burocratiche del paese africano.

L'idroambulanza è gestita da una equipe medico-infermieristica e una tecnica (tra timoniere e manutentori) formate da personale locale. La onlus sta cercando di creare una sorta di turn over di volontari internazionali che possano andare a lavorare su questa barca per dei brevi periodi e portare anche le loro conoscenze e scambiarle con altri.