Due casi in Piemonte

E' morto uno dei pazienti colpito dal virus west Nile

Nelle province di Novara e Vercelli. Per ora non è stato trovato in animali o zanzare. L'uomo che è deceduto sarebbe stato affetto da altri gravi patologie. L'altro paziente sarà presto dimesso

E' morto uno dei pazienti colpito dal virus west Nile
Ansa
L'ospedale Sant'Andrea di Vercelli

E' morto all'ospedale Maggiore di Novara il paziente colpito dall'infezione del virus West Nile. Nessuna informazione ufficiale viene comunicata dalla direzione dell'Ospedale ma secondo quanto si e' appreso l'uomo sarebbe stato affetto da altre gravi patologie, e il virus non avrebbe fatto altro che peggiorare una situazione di salute gia' largamente compromessa.

Il secondo paziente piemontese infettato e' invece ricoverato  nel reparto di Malattie Infettive dell'ospedale Sant'Andrea di Vercelli. Le sue condizioni non sembrano destare particolari preoccupazioni. Dall'Asl vercellese sottolineano che l'uomo
verra' presto dimesso.

 Il virus West Nile, scrive l’Istituto sul suo sito, “generalmente causa sintomi lievi che possono anche passare inosservati, tuttavia nelle persone anziane o a rischio può provocare una malattia grave e a volte mortale. È trasmesso dalla puntura delle zanzare comuni (Culex pipiens), attive al crepuscolo e durante la notte. Ha come serbatoio gli uccelli selvatici. È presente in Italia e in molti Paesi europei e di altri continenti”
 

L'Istituto zooprofilattico sperimentale di Piemonte, Liguria e Valle d'Aosta ha pubblicato due opuscoli sul suo sito: “Virus West Nile: come prevenire l'infezione” e   “Cosa puoi fare per difenderti dalle zanzare”