Trasporto pubblico locale

GTT, OK al finanziamento delle banche per il rinnovo della flotta

In arrivo 50 milioni. Si tratta di un tassello fondamentale del nuovo piano industriale, che prevede quasi 300 nuovi mezzi tra autobus elettrici cinesi Byd e Yutong, mezzi a metano dell'italiana IIA ed Euro 6 dell'Iveco. In arrivo anche nuovi tram

GTT, OK al finanziamento delle banche per il rinnovo della flotta
Tgr Piemonte
Prototipo autobus idrogeno nel 2001

Il consiglio di amministrazione di GTT ha approvato il finanziamento di 50 milioni di euro per il rinnovo e potenziamento della sua flotta di mezzi pubblici. Il finanziamento verrà erogato da un pool di banche composto da Intesa, Unicredit e Cassa depositi e prestiti. Si tratta di un tassello fondamentale per l'attuazione del Piano industriale 2021-2023, che andrà a integrare i fondi disposti dal Piano strategico nazionale mobilità sostenibile e quelli previsti nell’ambito del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR).

Autobus elettrici cinesi

Il piano industriale prevede, in particolare, l'introduzione di 292 nuovi mezzi così ripartiti: 120 autobus elettrici (equamente divisi tra i produttori cinesi Byd e Yutong; 50 bus Byd già in servizio da settembre); 122 autobus urbani a metano CNG della IIA - Industria italiana autobus; e 50 autobus extraurbani Euro 6 Step E prodotti da Iveco Orecchia. La sottoscrizione delle convenzioni con le banche permette ora di procedere definitivamente all’assegnazione delle gare con i costruttori dei bus IIA e Iveco e i loro veicoli arriveranno dopo l’estate. A fine di quest’anno arriveranno inoltre i nuovi bus elettrici della Yutong.

I nuovi tram

Oltre agli autobus saranno prodotti anche 40 nuovi tram Hitachi Rail che fanno parte della seconda tranche dell’accordo quadro di 70 nuovi tram per la città di Torino in arrivo a partire dalla fine di quest’anno (un veicolo è da mesi in test a Torino). Il rinnovamento della flotta in servizio conferma l’impegno dell'azienda verso la transizione ecologica: già oggi quasi il 50% dell’offerta del servizio urbano viene erogato utilizzando mezzi elettrici. “Siamo molto soddisfatti di essere riusciti al termine del nostro mandato a raggiungere per l’azienda e la città questo importante risultato - commenta l'amministratore delegato di GTT Giovanni Foti - che consolida e rafforza il rinnovamento industriale dell’azienda. Non dimentichiamo che a questi nuovi mezzi si aggiungeranno quelli elettrici che saranno acquistati con i 170 milioni del PNRR già assegnati”.