giustizia climatica

In mille per la svolta verde

Dopo due anni tornano a sfilare al termine del vertice mondiale che si è tenuto a Torino. Il precedente incontro si era svolto a Losanna nel 2019.

In mille per la svolta verde
TGR
una manifestante

E' iniziata questa mattina al Parco  Colletta  di Torino, per terminare in piazza Vittorio, la manifestazione del 2° Summit europeo dei Fridays For Future (FFF), il movimento fondato dall'attivista per il clima Greta Thunberg. L'ultimo vertice FFF si è tenuto nel 2019 a Losanna, in Svizzera. Fridays For Future continua a lavorare su #PeopleNotProfit e sulla narrativa sulla giustizia climatica, con un accento sulla guerra in Ucraina. "L'energia fossile finanzia una guerra, qui e ora in
Europa. Le nostre richieste sono le stesse, ed è smettere di usare i combustibili fossili, questa volta iniziando con un embargo sul gas russo, petrolio e carbone”. mette in evidenza Ilyess El Kortbi, 25 anni, portavoce di Fridays For Future dall'Ucraina sul palco.

"Non dobbiamo dividerci ma fare parte dello stesso movimento perché vogliamo lo stesso obiettivo, che è quello di un mondo giusto socialmente e climaticamente. E lo dobbiamo fare tutti insieme, chiamando all'azione e al confronto tutte le parti che si sentono di condividere questi obiettivi. I fridays for future sono cresciuti e sono pronti ad alzare l'asticella lo si intuisce dalle parole di Marco Modugno, uno degli otto portavoce italiani dopo la plenaria conclusiva che si è svola al campus universitario einaudi all'interno del secondo meeting europeo organizzato a Torino in questi giorni.