L'omaggio a Pier Paolo Pasolini e Patti Smith allo Stresa Festival

Dal 16 al 30 luglio tanti spettacoli sul Lago Maggiore per l'edizione numero 61 della kermesse estiva

L'omaggio a Pier Paolo Pasolini e Patti Smith allo Stresa Festival
ufficio stampa
Stresa Festival

Pier Paolo Pasolini e le bellezze del territorio al centro della 61esima edizione dello Stresa Festival. Dal 16 al 30 luglio la musica risuonerà dal palco acustico La Catapulta, una conchiglia lignea disegnata appositamente per il la kermesse estiva dall'architetto Michele De Lucchi.

Si inizia con l’Isola Pescatori dove il 16 luglio torna Isola in Festival, l’evento pensato per vivere intensamente una giornata immersi nella musica e nel paesaggio che offre il lago Maggiore, ed avrà come titolo Le isole di Pasolini.

Dall’isola Pescatori al Lungolago La Palazzola di Stresa il 20, 22 e 23 luglio, dove il palco acustico La Catapulta ospiterà serate in cui il violino jazz, l’improvvisazione, la musica popolare sudamericana, irlandese, bretone, balcanica saranno protagoniste grazie all’interpretazione di grandi musicisti del panorama jazzistico internazionale quali Giles Apap, Alexis Cardenas e Ricardo Herz. 

Andando alla scoperta del territorio il 28 luglio Stresa Festival si sposta in una località particolarmente suggestiva dove sorge una bellissima chiesa romanica del XI sec, Montorfano di Mergozzo. Qui si terrà il concerto pomeridiano di due leggende del jazz: Gianluigi Trovesi, clarinetto e Gianni Coscia, fisarmonica. Al termine del concerto un momento di convivialità con un assaggio di buon vino.

La prima parte del Festival si chiuderà con un’ospite d’eccezione: Patti Smith. Leggenda e icona vivente del rock, cantautrice e poetessa, Patti Smith è anche testimone dell’influenza che Pier Paolo Pasolini ha avuto trasversalmente sulla cultura musicale. Il concerto del 29 luglio è andato esaurito in pochissimo tempo ma per non deludere il pubblico Patti Smith Quartet ha accettato di replicare sabato 30 luglio. Entrambi gli appuntamenti si terranno in un luogo pasoliniano, al Tecnoparco del Lago Maggiore, impressionante ultima opera del grande architetto Aldo Rossi.

Vivere meglio l’ambiente vuol dire anche rallentare e rapportarsi con gli altri. In quest’ottica sono nati nel 2021 e proseguono nel 2022 gli Album, ovvero gli incontri con gli artisti. Il Festival ha chiesto agli artisti ospiti un po' del loro tempo per fermarsi a conoscere i luoghi e la disponibilità ad incontrare il pubblico in alcune delle località più suggestive del lago Maggiore. Il calendario degli appuntamenti è consultabile su www.stresafestival.eu. Su prenotazione.