Il caso

Denuncia choc a Stresa: "Violentata dai miei amici in spiaggia"

Aperta un'inchiesta sul presunto stupro di una 20enne che sarebbe avvenuto sulle sponde del lago Maggiore.

Un giro nei locali del lago Maggiore, poi una passeggiata sulla spiaggia. Finita male. Si indaga per un presunto stupro a Stresa tra amici tutti intorno ai vent'anni. La denuncia sarebbe partita da una di loro. Sarebbe stata proprio lei, qualche giorno dopo a raccontare l'accaduto.

L'esatto svolgimento dei fatti è ancora avvolto nel mistero, data la situazione. Al momento ci sono poche certezze. Una su tutte dai riscontri medici sulla denunciante ci sarebbe compatibilità tra la versione dalla stessa, con il racconto della violenza subita, e le lesioni riportate.

Gli amici - o quelli ritenuti tali, tre ragazzi e una ragazza - sarebbero stati identificati dai carabinieri di Stresa che indagano assieme ai militari del comando provinciale di Verbania e che nei prossimi giorni effettueranno verifiche tecniche e riscontri su orari e spostamenti.

E poi un altro dato sembrerebbe inamovibile: lo stupro sarebbe avvenuto una settimana fa. L'inchiesta è coordinata dalla Procura di Verbania.