La richiesta

Peste suina, Confagricoltura: "Abbattere più cinghiali"

Il presidente regionale Enrico Allasia interviene dopo la nuova ordinanza del commissario straordinario, che limita l'allevamento domestico nell'area colpita. "Intensificare le misure di contenimento". La richiesta al Consiglio regionale aperto

Peste suina, Confagricoltura: "Abbattere più cinghiali"
Ansa
-

"Chiederemo un'intensificazione delle misure di contenimento dei selvatici per procedere immediatamente all'abbattimento dei cinghiali in sovrannumero". Ad annunciarlo è il presidente di Confagricoltura Piemonte, Enrico Allasia, in vista del Consiglio regionale aperto che si terrà nelle prossime settimane, convocato su richiesta proprio di Confagricoltura. Spiega che la richiesta nasce dopo la pubblicazione in Gazzetta ufficiale, due giorni fa, di un'ordinanza del commissario straordinario per la Peste suina
africana, che definisce le misure di eradicazione, controllo e prevenzione da attuare per il contenimento della diffusione della malattia nel selvatico e nel domestico.

I punti dell'ordinanza

 "L'ordinanza - chiarisce Confagricoltura Piemonte - presenta provvedimenti più restrittivi in merito alle misure di biosicurezza da applicare negli allevamenti e limitazioni di
allevamento a quelli di tipo familiare e semibrado, soprattutto nelle zone in restrizione. Prevede inoltre misure più stringenti per il contenimento della fauna selvatica, applicando caccia di selezione e metodi di cattura e abbattimento dei cinghiali nonché la costruzione di una barriera fisica o rafforzamento delle barriere fisiche eventualmente già presenti nella zona infetta, o comunque nei punti di passaggio naturali o artificiali al fine di creare una delimitazione dell'area di circolazione attiva dei cinghiali".