Davanti al negozio di via Roma

Presidio di lavoratori Zara a Torino

In 21 rischiano il posto di lavoro: "ci vogliono trasferire in un'azienda lontana 50 chilometri senza alcuna rassicurazione".

Presidio di lavoratori Zara a Torino
Ansa
Il presidio dei lavoratori

Protesta questa mattina dei magazzinieri di Zara a Torino con un presidio davanti al negozio di via Roma per manifestare contro 21 licenziamenti. I lavoratori pachistani hanno affidato ad un volantino il racconto della loro situazione: “Da dieci anni lavoriamo come magazzinieri presso e dentro i negozi di abbigliamento, e facciamo in modo che voi possiate avere un servizio di qualità utile per i vostri acquisti in quanto teniamo in ordine e sistemati i vari articoli”.

"Da 20 giorni -conclude il documento- ci hanno comunicato che dobbiamo prestare il nostro lavoro per una nuova azienda che ci vuole trasferire a circa cinquanta chilometri dal nostro luogo di lavoro senza la certezza di una prospettiva di un futuro di lavoro. Il 15 luglio scade il contratto di lavoro con la nostra azienda, e pertanto saremo tutti licenziati senza scrupolo, per gentile mandato di chi abbiamo dedicato una buona parte della nostra vita lavorativa e cioè Zara".