San Raffaele Cimena (TO)

Siccità, prelievo illecito di acqua dal Po, maximulta ad azienda agricola

Con un sistema di derivazione venivano captati 200 litri al secondo. Operazione dei carabinieri forestali di Torino.

Siccità, prelievo illecito di acqua dal Po, maximulta ad azienda agricola
Carabinieri forestali
Il tratto di fiume interessato dall'indagine dei carabinieri

Prelevava acqua dal fiume Po per coltivare campi coltivati senza avere l'autorizzazione. E' quello che hanno scoperto i carabinieri  forestali di Torino in un'azienda
agricola di San Raffaele Cimena, nel torinese.  

L'acqua, circa 200 litri al secondo, prelevata attraverso un sistema di derivazione, da giorni veniva convogliata in un vicino canale mediante una moto pompa azionata da un trattore e poi utilizzata per irrigare decine di ettari di terreni agricoli coltivati.

Secondo i militari questo sistema di prelievo era attivo da almeno 15 giorni, pertanto,  sarebbero stati prelevati oltre 72.000 metri cubi di acqua, aggravando la già difficile situazione idrica del fiume Po.

Al termine degli accertamenti l'azienda  agricola è stata sanzionata con una multa  che va da 3000 a 30.000 euro per derivazione e utilizzo di acque pubbliche superficiali in assenza di autorizzazione.