L'uomo è caduto per oltre 240 metri

Svizzera, alpinista torinese precipita nel vuoto e muore sul Grand Combin

Con lui una guida italiana che è sopravvissuta

È precipitato nel vuoto per oltre 240 metri sul massiccio del Grand Combin, in Svizzera. Ha perso la vita così Giovanni Ala, di 68 anni, di Brandizzo (Torino). L'alpinista era anche socio del Cai di Chivasso.  L’incidente è avvenuto giovedì mattina, mentre Ala stava rientrando con una guida alpina dopo aver scalato il Combin de Grafeneire. 

 Sono intervenuti la polizia, un elicottero e soccorritori specializzati. L'uomo però è stato trovato senza vita. Sono in corso le indagini per accertare la causa della caduta.  

"E' una grossa perdita per noi. Giovanni era un grande appassionato ed esperto della montagna, iscritto da anni alla nostra sezione e partecipava sempre alle attività che organizzavamo". Così Giovanni Piretto, presidente del Cai di Chivasso (Torino). 

Servizio di Selene Rinaldi