A fine anno si deciderà se confermare il provvedimento

Torino, al via nuove aree pedonali

Al via la sperimentazione fino al 31 dicembre lungo le vie Mameli; Coazze, tra le vie Cialdini e Almese; Baltea, tra corso Vercelli e via Soana.

Torino, al via nuove aree pedonali
Ansa
Panorama di Torino

Torino accoglie nuove aree pedonali in vigore fino al 31 dicembre lungo le vie Mameli; Coazze, tra le vie Cialdini e Almese; Baltea, tra corso Vercelli e via Soana. In queste aree verrà applicata la disciplina delle aree pedonali con l'interdizione delle circolazione per tutta la giornata in tutti i giorni, ad eccezione dei mezzi autorizzati. 

Si tratta di una sperimentazione per cui, alla luce degli esiti raggiunti, si deciderà se, e per quali aree, confermare il provvedimento di pedonalizzazione. Per via Mameli si tratta di un'ulteriore proroga di sperimentazione nper consentire una più approfondita valutazione degli impatti della pedonalizzazione sulla viabilità ed elaborare un nuovo progetto nell'ambito delle cosiddette aree "Car Free, Scuole Sicure, Strade Scolastiche".

Anche via Coazze, tra le vie Cialdini e Almese, è già stata oggetto di un breve periodo di pedonalizzazione nei mesi scorsi, dal 13 maggio al 15 giugno, quando lungo questo tratto di strada è stato disposto con ordinanza il divieto di transito veicolare e nell'area organizzato un calendario di iniziative condivise con la Circoscrizione 3, per tutta la sua durata. La favorevole accoglienza riservata alle iniziative sociali e culturali organizzate dai cittadini e l'assenza di problemi di circolazione ha pertanto consigliato l'istituzione, a titolo sperimentale in via temporanea di, un’area pedonale nel tratto di strada, al fine di monitorare ulteriormente gli effetti.

Stop al transito dei veicoli inoltre lungo via Baltea, nel tratto compreso tra corso Vercelli e via Soana, dopo il parere favorevole della Circoscrizione 6, motivato dalla auspicata maggiore fruibilità dello spazio pubblico da parte di cittadini.

"Si tratta di proposte pervenute da comitati, associazioni e commercianti per le quali, insieme agli uffici, si sono individuate le soluzioni più idonee per la viabilità e la maggior fruibilità da parte dei cittadini - spiega l'Assessora alla mobilità Chiara Foglietta- . Alla base delle nostre scelte c'è la volontà di restituire alla cittadinanza porzioni di territorio per rendere più vivibile la nostra Città”.