Trenta milioni di euro potrebbero non bastare

Torino, Cairo alza il prezzo per la cessione di Bremer

Il Presidente granata alla presentazione dei palinsesti di La7: "Se Skriniar vale 70 milioni...".

Torino, Cairo alza il prezzo per la cessione di Bremer
Ansa
Gleison Bremer

“Se sento parlare di 70 milioni per Skriniar credo che Bremer valga più delle cifre che circolano”. Urbano Cairo fissa il prezzo per la sua punta di diamante, il difensore brasiliano Gleison Bremer dato in partenza in questa finestra di mercato già dal termine della scorsa stagione. 

I 30 milioni di cui si è parlato negli ultimi giorni potrebbero quindi non essere sufficienti. Cairo, parlando in occasione della presentazione dei palinsesti di La7 per la stagione 2022/23 ha parlato così del suo giocatore: “è un ragazzo straordinario, gli ho detto che nel momento in cui sarebbe arrivata una offerta adeguata l’avrei venduto. Ma tutto è relativo. Il mio obiettivo è di accontentarlo e lo farò, perché comunque chi potrà permetterselo saranno squadre di alto livello”. L'ipotesi Casadei come parziale contropartita da parte dell'Inter nell'affare Bremer non scalda il cuore del Presidente del Torino: "So che è un giovane promettente, ma non lo conosco bene”.

Il Presidente del Torino ha poi parlato di Andrea Belotti, svincolatosi il primo luglio alla scadenza del contratto, tornando su quanto accadde nell'estate del 2017 quando il Gallo apparve molto vicino al Milan: "I rossoneri dissero ti possiamo dare un prestito con eventuale obbligo di riscatto e non lo vendetti. Non rifiutai le cifre che si leggono".

L'addio di  Andrea Belotti "dispiace al di là del fatto che sia andato via a zero. E' stato capitano per sette anni".