Disposta l'immediata scarcerazione

Uccise il marito nel sonno, condannata a 4 anni e 10 mesi

Secondo l'accusa la donna aveva assassinato il marito perché temeva per l'incolumità sua e del figlio.

Uccise il marito nel sonno, condannata a 4 anni e 10 mesi
Ansa
Tribunale di Alessandria

Agostina Barbieri è stata condannata a 4 anni e 10 mesi di reclusione per aver ucciso il marito, Luciano Giacobone, nella loro casa di Borghetto Borbera l'11 luglio 2021. Il Presidente della Corte ne ha inoltre ordinato l'immediata liberazione.

La donna, secondo l'accusa, agì spinta dal timore per l'incolumità sua e del figlio, entrambi vittime dei maltrattamenti da parte dell'uomo, strangolato con un laccio da scarpe dopo avergli dato del sonnifero. 

La donna, ospite di una comunità a Voghera, è tornata libera: “Non ci credo, non ci credo, grazie”, le sue parole. 

“La Corte ha ritenuto sussistente una legittima difesa putativa, anche se poi nell'esecuzione ha individuato un eccesso colposo. Ciò che è importante in questo momento è il riconoscimento del principio. E, cioè, che Tina è stata oggetto di maltrattamenti e vessazioni per anni e che è stata sostanzialmente costretta da questa situazione: ha vissuto sulla pelle la sindrome di donna maltrattata”, hanno spiegato i difensori della donna.