Ancora da chiarire le cause, possibile un corto circuito

Incendio nella sede della Caritas di Omegna

Le fiamme nel pomeriggio di ieri, nell'edificio non c'era nessuno. Migliaia di euro di danni, compromesse le derrate alimentari destinate ai più fragili stoccate nel magazzino. Si cerca di non interrompere il servizio.

Incendio nella sede della Caritas di Omegna
Ansa Photo
Mappa del Luogo

Migliaia di euro di danni, la sede ormai inagibile, materiali e derrate andati in fumo: è pesante il bilancio dell'incendio che nella serata ha devastato il magazzino della Caritas e della San Vincenzo di Omegna, nel Verbano Cusio Ossola. Al momento in cui sono divampate le fiamme nell'edificio, dove vengono stoccati gli aiuti per i bisognosi, non c'era nessuno: gli ultimi volontari se n'erano andati intorno alle 17.  

A dare l'allarme sono stati alcuni passanti che hanno visto il fumo uscire dallo stabile. L'incendio e' stato domato dai vigili del fuoco. Sulle cause, il parroco don Gianmario La Franchini non si sbilancia: "Aspettiamo le indagini", dice. Secondo le prime valutazioni a causare il rogo potrebbe essere stato un corto circuito. Ora il problema è non
interrompere il servizio: Caritas e San Vincenzo assistono quotidianamente circa 600 persone, tra cui una sessantina di profughi ucraini. Il magazzino si trova in una chiesa sconsacrata che fu delle suore Orsoline.