Calcio

Calano gli abbonati per Juventus e Torino. Si muove intanto il mercato: Ok Vlasic e Kostic

Il via del campionato a Ferragosto non entusiasma una città che numeri alla mano dimostra di allontanarsi dagli stadi. I bianconeri sconterebbero oltre 7000 tessere in meno mentre gli affezionati granata rimarrebbero sotto quota 4000

Il calcio d'agosto non sembra scaldare il cuore di Torino, a differenza del torrido clima estivo. Juventus e Toro devono fare i conti con un calo degli abbonati. Secondo dati parziali i bianconeri sconterebbero oltre 7000 tessere in meno mentre gli affezionati granata rimarrebbero sotto quota 4000. Numeri che possono essere sintomo di una disaffezione, seppur momentanea e dettata dal via anticipato alla stagione, a ferragosto, a causa del Mondiale in Qatar con i tifosi in vacanza e la città affollata di turisti. 

Le prime quattro giornate con mercato aperto, la sessione si chiuderà il primo settembre, trasforma la Serie A in una sfida tra squadre-cantiere ancora lontane dalla forma definitiva. In questo elenco si iscrivono anche le due torinesi. 

Per il Torino, chiamato al debutto sabato sera al Brianteo contro il Monza, giorno di visite mediche per il centrocampista croato Nikola Vlasic del West Ham arrivato in prestito con diritto di riscatto a 15 milioni di euro. Ufficializzato anche il centrocampista turco Emihran Ilkhan, arrivato dal Besiktas, mentre nelle ultime ore si sono sbloccate le trattative con l'Atalanta per il centrocampista russo Aleksej Miranchuk. In casa Juventus è fatta per l'esterno offensivo Filip Kostic dell'Eintracht Francoforte, in arrivo domani. l'obiettivo è di averlo in campo lunedì sera contro il Sassuolo. In attacco si avvicina sempre di più Memphis Depay dal Barcellona, con l'olandese che potrebbe essere svincolato dai Blaugrana.