Il pregiudicato di 27 anni è accusato di violenza sessuale aggravata

Verbania, operatore sanitario abusa di una paziente durante una visita in ospedale

La vittima è una donna di 45 anni che attendeva al pronto soccorso per un controllo. I Carabinieri di Stresa hanno eseguito l'ordinanza di custodia cautelare e messo l'uomo agli arresti domiciliari.

Verbania, operatore sanitario abusa di una paziente durante una visita in ospedale
web
Abusi

E' agli arresti domiciliari l'operatore sanitario accusato di violenza sessuale nei confronti di una paziente. I Carabinieri della Stazione di Stresa hanno eseguito l'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale di Verbania.

L'uomo, un 27enne, pregiudicato, è accusato di aver abusato di una paziente. I fatti risalgono al 29 luglio, quando una donna di 45 anni si è recata all'ospedale ''Castelli'' di Verbania per effettuare una visita dopo un intervento chirurgico. La paziente, secondo le indagini, si trovava nell'area ''Triage'' del Pronto Soccorso quando venne avvicinata dall'uomo, un operatore socio sanitario che asseriva di essere stato incaricato di prestarle assistenza in attesa della visita medica.

L'uomo, approfittando dello stato d'ansia in cui si trovava la donna, avrebbe abusato di lei, raggiungendola in bagno e palpeggiandola, e giustificandosi dicendo che doveva prepararla alla visita medica. La donna, ritraendosi, ha chiesto all'uomo di uscire dal bagno. La vittima, dopo aver terminato la visita medica, si è subito recata presso la Stazione Carabinieri di Stresa per denunciare quanto accaduto.