Nuovi virus

Primo caso in Piemonte di infezione da virus Usutu. E' il terzo in Italia

I severi controlli pre-trasfusione hanno consentito di identificare subito l'uomo, un 46enne.

Primo caso in Piemonte di infezione da virus Usutu. E' il terzo in Italia
Ansa
Una donazione di sangue

Mentre il Piemonte, dati alla mano, migliora sul fronte della pandemia da Covid-19, si segnala un nuovo virus di origine africana. Proprio nella nostra regione, e più precisamente ad Asti, infatti, è stato registrato il primo caso di Usutu, terzo in Italia. Il contagiato è un donatore di sangue, un uomo del 1976. L'uomo è stato identificato immediatamente grazie al fatto che le trasfusioni sono da tempo severamente controllate.

L’ Usutu Virus (USUV) appartiene alla famiglia dei Flaviviridae, di cui fanno parte anche i virus Dengue, Zika e il virus della febbre gialla. Questo virus appartiene al complesso antigenico del Virus dell’Encefalite Giapponese (JEV), che include anche il Virus del Nilo occidentale (WNV). E' stato isolato per la prima volta nel 1959 nella zanzara Culex neavei presso il fiume Usutu, nel Regno di eSwatini (conosciuto come Swaziland fino al 2018) ed è presente in Europa dal 1996.

E' un virus di origine aviaria, che viene trasmesso dalle zanzare all’uomo. L'infezione diretta tra umani è rara e avviene per trapianto o trasfusione di sangue infetto. I sintomi non sono molto specifici, con febbre, rash, itterizia, cefalea, e sintomi neurologici nei casi più gravi quali rigidità nucale, tremori alle mani e ipereflessia.