Il mercato delle torinesi

Alla fiera dell'est

La Juve insegue il serbo Kostic, il Toro il croato Vlasic. Prossimi giorni decisivi per le due operazioni.

Alla fiera dell'est
Ansa
Kostic e Vlasic

Un lunedì alla fiera dell'est. Per mettere a segno due colpi che mancano. E sistemare caselle importanti nelle rispettive rose. Destini incrociati per Juve e Toro che guardano alle regioni balcaniche, a caccia di talenti per il settore avanzato.

I bianconeri avrebbero già trovato l'accordo con Filip Kostic. Il prossimo passo: trovare un'intesa con il club, l'Eintracht. C'è ancora distanza tra le parti: i tedeschi vorrebbero capitalizzare al massimo una cessione che non gradiscono. Ma che devono fare, perchè il giocatore è in scadenza al giugno 2023, e ha già espresso la volontà di lasciare Francoforte.

Con Kostic, la Juventus si doterebbe di un elemento estremamente versatile, in grado di ben interpretare la maggior parte dei ruoli offensivi, più abile sulle fasce.

Occasione Morata: è costituita dall'amichevole della Continassa, contro l'Atletico. Lo spagnolo resta sempre in cima alla lista dei desiderata del tecnico Allegri per rinforzare l'attacco. Più defilato l'atalantino Muriel.

Il Toro punta forte sul talento croato Nikola Vlasic del West Ham. E' in agenda l'incontro tra la dirigenza granata e gli agenti del giocatore. Il principale nodo da sciogliere riguarda i costi alti dell'operazione. 

Gli Hammers acquistarono il giocatore un anno fa dai russi del Cska Mosca , pagandolo 30 milioni di euro.  Ora potrebbero cederlo ai granata, in prestito con diritto di riscatto, da esercitare nel giugno 2023, a 18 milioni di euro.

Il Torino proporrebbe invece la formula del prestito biennale, con diritto di riscatto che slitterebbe dunque al giugno 2024, a 12 milioni di euro, tenendo conto degli ammortamenti, alla luce del contratto in essere di Vlasic con il West Ham, che scade nel giugno 2026.

Vlasic in carriera ha sinora ricoperto con maggior frequenza il ruolo di trequartista, sia in nazionale che con i club. Ma può essere anche impiegato in una posizione più esterna, a destra come a sinistra. 

Il croato non è l'unico nome della lista per la trequarti granata: quella con Miranchuk non è una storia che si possa già definire chiusa. 

Ancora aperte la piste che portano a Denis Praet del Leicester, Laurentie del Lorient,   

Affascinate la suggestione Wilfried Gnonto. Il nome dell'esterno dello Zurigo è stato nuovamente accostato ai granata, e si tratta di un profilo che indubbiamente sarebbe più che gradito alla piazza, per la giovane età, il talento, la versatilità. E per essere ormai stabilmente parte del nuovo ciclo azzurro di Roberto Mancini.

Non sono mancati i contatti con la Roma per due giallorossi, al momento fuori dal progetto tecnico di Mourihno, Justin Kluivert e Stephan El Shaarawy.

Da chiarire poi la posizione di Demba Seck, se farà parte del gruppo Juric o se sarà ceduto in prestito.