Sconcerto a Verbania

Ambulante aggredito sul Lungolago

Un venditore di fiori cingalese aggredito sul lungo lago. Lo denuncia sui social l'ex presidente del Verbania Calcio

Ambulante aggredito sul Lungolago
web
Verbania

A pochi giorni dai fatti di Civitanova Marche, dove un ambulante di colore è stato aggredito e colpito a morte da un uomo con problemi psichici, anche a Verbania si discute per la denuncia di una aggressione avvenuta ai danni di un giovane venditore ambulante di rose.  A raccontare  la storia, diffusa via social , è  l' ex presidente  del Verbania Calcio Elio Del Monaco che avrebbe  assistito all'episodio. Protagonista della brutta vicenda un ragazzo cingalese conosciuto dai verbanesi perche' nel fine settimana, soprattutto in estate, vende le sue rose ai clienti di bar e ristoranti tra Pallanza, Suna ed Intra.
L'aggressione, secondo la ricostruzione,  si e' consumata sul lungolago di Pallanza. Il ragazzo era entrato in un hotel per avere una bottiglia d'acqua, e aveva lasciato la bicicletta appoggiata ad un albero. Un passante, senza alcun motivo apparente, ha sollevato e lanciato per terra la bici. 

Il cingalese uscito dal locale ha chiesto spiegazioni ed e' a quel punto che e' stato investito da diversi pugni all'addome. Non solo: l'uomo, che aveva un cane al guinzaglio, ha aizzato l'animale contro il ragazzo e, non contento, lo ha colpito al volto con il guinzaglio. L'intervento di alcuni passanti ha riportato la calma: sul posto sono poi intervenute le forze dell'ordine e un'ambulanza.

Ho deciso di raccontare tutto anche sui social - dice Del Monaco- perche' e' una situazione che mi ha indignato e offeso. Assurdo che anche a Verbania succedano queste cose, che ci sia un'escalation di violenza e razzismo"