Ha vinto gli assoluti con atleti normodotati e paralimpici

Arco, tricolore ad Elisabetta Mijno

Campionati italiani Assoluti, impresa della campionessa piemontese

Arco, tricolore ad Elisabetta Mijno
Ansa
ANSA

Storica impresa, nei campionati italiani assoluti di tiro con l'arco, dell'azzurra paralimpica Elisabetta Mijno che ha conquistato il titolo tricolore battendo anche gli atleti normodotati. La stella della Nazionale Para-Archery, che già l'anno scorso aveva sfiorato il successo perdendo la finale degli Assoluti, questa volta ce l'ha fatta superando nella sfida per il titolo svoltasi in Piazza Grande a Oderzo, la 18enne rappresentante degli Arcieri Maremmani Ginevra Landi

E questo al termine di una finale che è stata una battaglia lunga giocata sul filo dell'equilibrio in cui la piemontese ha vinto 6-4 all'ultimo tiro utile. Così la Mijno diventa la seconda atleta paralimpica a salire sul tetto d'Italia nella divisione ricurvo (l'arco olimpico) tra i normodotati, dopo Paola Fantato che ci riuscì nel 1994. Fra gli uomini si è imposto l'argento dei Giochi di Tokyo 2020 Mauro Nespoli, che in finale ha superato per 6-4 il rappresentante delle Fiamme Azzurre Massimiliano Mandia. Per Nespoli, al quarto titolo tricolore della carriera, è l'ennesima ottima prestazione di una stagione che si chiuderà con la finale di Coppa del Mondo in Messico in programma il 16 ottobre.